Trasloco!

cropped-banner-ora-blog.jpg

 

L’Ora libera(le) migra sul nuovo sito http://www.oraliberale.com. Il Blog rimarrà a disposizione come archivio ma tutti gli aggiornamenti saranno ora disponibili solo sul sito.

Continuate a seguirci e sostenerci come sempre!

Lo Staff di Ora libera(le)

Annunci

Ora Libera(le) Edizione Speciale – Ospite Michele Boldrin

Martedì 30 ottobre 2012 dalle ore 16:00 Ora Libera(le) è lieta di invitarvi tutti ad un incontro davvero speciale…

Dopo le polemiche seguite all’affermazione del ministro Fornero secondo cui i giovani non devono essere troppo “choosy” (“schizzinosi”) nell’accettare le prime offerte di lavoro, Ora Libera(le) apre il dibattito inerente al rapporto tra università e mondo del lavoro con un ospite d’eccezione, Michele Boldrin, professore alla Washington University di Saint Louis, editorialista del Fatto Quotidiano, apprezzato commentatore delle faccende Italiane con un occhio “esterno” in NoiseFromAmerika e, da due mesi, uno dei promotori di Fermare il Declino, movimento che ha tra i propri temi centrali il rinnovamento dell’università e del mercato del lavoro.

L’incontro, dal titolo “Giovani troppo “choosy”? Tra università e mondo del lavoro” sarà l’occasione per porre l’accento su un mercato del lavoro che, tra promesse di riforme e marce indietro, dà poche prospettive alle nuove generazioni e su un’Università che spesso non è all’altezza del suo ruolo educativo e di volano sociale.

Se ne discuterà nel consueto ambiente informale e interattivo dell’Ora Libera(le).

Vi aspettiamo nell’aula 2 della Palazzina “Luigi Einaudi” (ex Italgas), Lungo Dora Siena 68/A – Torino, dalle ore 16 alle ore 18.

L’evento Facebook dedicato all’inconto può essere raggiunto da qui.

Seguite l’Ora liberale anche su Twitter o sulla pagina Facebook.

Ora libera(le) con Mario Barbuto

Dopo la pausa per la Scuola di liberalismo e gli aperitivi post-Scuola, l’Ora Libera(le) riprende nella sua formula classica.

Appuntamento giovedì 3 maggio alle 19:15 davanti a un buon aperitivo al Mood 3 di via Po 35/b (Torino) con il Dott. Mario Barbuto.

Barbuto, oggi Presidente della Corte d’Appello di Torino, è stato per anni Presidente del Tribunale di Torino. Con i suoi innovativi metodi di organizzazione del lavoro, ha abbattuto l’arretrato delle cause civili e reso il Tribunale di Torino un modello di efficienza e buon funzionamento ammirato in tutta Italia e premiato in Europa. Anche per questo l’Ora libera(le) lo ha recentemente nominato tra i suoi “piemontesi dell’anno“.

Il Dott. Barbuto ci parlerà della sua esperienza e di cosa va e non va nella giustizia italiana.

Si prega di confermare la presenza segnandosi sull’evento Facebook o scrivendo a chiara.garibotto@gmail.com e si ricorda che l’ora libera(le) è un evento autofinanziato, per cui ai partecipanti è richiesto un contributo di 11 euro (10 per l’aperitivo e 1 per l’organizzazione).

Visitate la nostra Pagina Facebook, il nostro Gruppo o seguiteci su Twitter

Comunicato ufficiale dell’Ora Libera(le)

Il gruppo dell’ Ora libera(le) manifesta tutto il proprio sgomento nell’apprendere la grave notizia dell’attentato ad Alberto Musy. Conoscendolo e stimandolo umanamente e intellettualmente da tempo – dichiara il coordinatore, Riccardo de Caria – abbiamo seguito con entusiasmo il suo tentativo di rinvigorire la tradizione liberale di questa città. Alberto è stato nostro ospite l’anno scorso in uno dei nostri incontri mensili, e abbiamo con lui un dialogo costante e fecondo.

L’augurio che facciamo a lui e a tutta la città è che la sua voce torni presto a farsi sentire, ed esprimiamo tutto il nostro affetto alla moglie, alle figlie e a familiari e amici.

Il Team dell’Ora Libera(le)

Compleanno liberale

Sulle pagine del quotidiano on-line Legnostorto.com è stato pubblicato un articolo del nostro Riccardo de Caria per celebrare il compleanno dell’Ora libera(le). Pubblichiamo un estratto e, per l’articolo completo, rimandiamo all’articolo originale.

 

Era il 3 marzo 2010, due anni fa: sei amici si ritrovano davanti a una birra, al Birrificio di Torino, con l’intesa di darsi appuntamento da lì in poi almeno una volta al mese, e discutere in modo informale di temi di attualità del dibattito pubblico.
La promessa è mantenuta e il gruppo, festeggiando il proprio secondo compleanno, guarda con orgoglio a quanto è cresciuto e alla lunga serie di iniziative che ha messo in archivio. Il nome che gli originari fondatori scelsero di darsi è Ora Libera(le): un’ora libera, prima di tutto, cioè un’ora di tempo libero dedicata a discutere e approfondire piccole e grandi questioni in cerca di risposta; ma libera anche per l’apertura a tutte le sfumature del variegato mondo del liberalismo; e un’ora liberale appunto, per rivendicare con orgoglio, in un’epoca in cui quasi nessuno osa più definirsi tale (dopo un’ubriacatura in senso opposto all’indomani del 1989), le ragioni della libertà, e con essa del mercato, della concorrenza, della proprietà.

Leggi il resto dell’artricolo →

Rinviato – Ora libera(le) con Bruno Babando – Rinviato

cari tutti, purtroppo un imprevisto ci impedisce di tenere questo mercoledì la nostra Ora libera(le) con Bruno Babando, che conferma però la sua disponibilità.
Fisseremo quindi una nuova data per il recupero, probabilmente non prima di aprile, visto il calendario fitto di impegni dell’Ora libera(le) nel mese di marzo. In particolare, oltre alla Scuola di liberalismo e ai suoi aperitivi, è in preparazione un incontro sulla TAV che punta a gettare un bel sasso nello stagno. Stay tuned!

 

RINVIATO

Mercoledì 7 marzo 2012 l’Ora libera(le) incontra Bruno Babando, giornalista e autore di preziosi saggi politicamente scorretti sui segreti della classe dirigente torinese (pubblicati da Leonardo Facco, con introduzione di Sergio Ricossa).

Nel 2010, ha inoltre fondato il quotidiano online Lo Spiffero (www.lospiffero.com), che in poco tempo ha ottenuto un grande successo di pubblico e che ha, tra gli altri, il merito di pubblicare un sacco di notizie che sulla Stampa (la Busiarda, come la chiama lui) non sono mai uscite.

L’esperienza Spiffero dimostra come il buon giornalismo possa stare sul mercato con le proprie sole forze, non avendo questo giornale mai preso un euro di fondi pubblici.

Babando ci racconterà di questa sua esperienza e condividerà con noi il suo sguardo di attento osservatore della politica torinese e piemontese. Come sempre, davanti a un buon aperitivo!

Si ricorda che gli eventi dell’ Ora libera(le) sono autofinanziati e hanno un costo di 11 euro (10 per l’aperitivo e 1 per l’organizzazione)

L’aperitivo si svolgerà indicativamente in un locale del centro di Torino: daremo notizia del luogo e dell’ora esatta non appena ricevuta conferma dal locale.

È necessario, per motivi organizzativi, confermare la propria presenza alla mail della nostra Chiara (chiara.garibotto@gmail.com) o sull’evento di Facebook

Seguite l’Ora libera(le) sulla pagina o sul gruppo Facebook oppure ancora su Twitter

 

RINVIATO