Cose (E)inaudite – C’era una volta Alessandria

C’era una volta il glorioso Comune di Alessandria, che come tanti altri Comuni, Province, Regioni e come lo Stato nazionale, credeva che i soldi crescessero sugli alberi. Pensava di potersi indebitaresenza limiti, e che tutto sarebbe sempre andato per il meglio, nel migliore dei mondi possibili: aveva funzionato per un bel po’, perché non doveva funzionare per sempre?

Eppure, “la favola bella che ieri t’illuse”, o Alessandria, era appunto una favola. Qualcuno se ne era accorto da tempo, e andava mettendo in guardia sul fatto che – con questo andazzo – non si poteva andare avanti a lungo. L’inguaribile ottimista di turno, però, ci prendeva per delle cassandre, e continuava imperterrito a teorizzare e praticare il suo spendi e spandi. Per la verità, parecchi continuano ancora, ma come dice il filosofo, “non c’è peggior sordo di chi è sordo veramente”!

Ora, comunque, con la certificazione da parte della Corte dei Conti che il Comune di Alessandria è in dissesto, e con tanti altri Comuni, a cominciare da Fassingrado, ad appena un passo prima del baratro (come puntualmente documentato dallo Spiffero), arriva la nostra amara vendetta. Amara perché certo non gioiamo a vedere tante persone in difficoltà, con lo stipendio e il posto di lavoro in pericolo, e con i crediti che non vengono onorati da un’amministrazione sull’orlo del fallimento. Tuttavia, prima o poi non poteva non arrivare la resa dei conti (“resa” nel senso che si son proprio “arresi”).

Leggi il resto dell’articolo →

Annunci

One thought on “Cose (E)inaudite – C’era una volta Alessandria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...