Il più gattopardesco dei questionari

Tutti sanno che in Italia, quando si vuol far finta di cambiare qualcosa, ma in realtà si intende lasciar le cose come stanno, si nomina una commissione d’inchiesta. Il Ministero dell’Istruzione ha ora trovato una valida alternativa tecnologica a questa prassi: bandire un mega-sondaggio online.

È stata questa infatti la scelta adottata per (evitare di) mettere mano al valore legale del titolo di studi: aprire una pagina sul sito del ministero e invitare tutti gli interessati a dire la propria. Agenda liberale si era già occupata a suo tempo di questa operazione (peraltro dal costo non trascurabile, supponiamo), con una serie di articoli. A questionario concluso, torniamo sull’argomento, per vedere com’è andata.

Un po’ come con tante primarie dal risultato scontato, anche il questionario ministeriale sul valore legale è andato “come doveva andare”: ha cioè sostanzialmente messo in luce i dubbi e le resistenze all’abolizione del valore legale da parte di una larga fetta di coloro che hanno risposto, ha visto una vittoria consistente delle risposte a difesa dello status quo, e ha così offerto al Ministero una perfetta legittimazione per non cambiar nulla.

Ma in che senso l’esito era scontato?

Leggi il resto dell’articolo →

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...