Cose (E)inaudite – Braccia rubate all’economia

In molte discussioni che animano il dibattito pubblico, noi “einauditi” abbiamo spesso una strana sensazione: che le principali ipotesi in campo siano tutte quante sbagliate, mentre quelle che per noi hanno senso siano le uniche a non venir neppure considerate. Ne è un tipico esempio lo scontro sulla riforma dei criteri di assegnazione delle borse di studio in Piemonte, che sta opponendo maggioranza regionale, da un lato, e sacerdoti del sacro diritto allo studio, dall’altro.

A nostro avviso, per l’appunto, entrambi i contendenti hanno torto. Proviamo a spiegare perché, anche se non è facile: il problema è infatti a monte, nella mentalità, che accomuna leghisti e comunisti, secondo cui con una legge ben fatta si può risolvere tutto, e il disaccordo è solo su cosa sia una legge ben fatta. Per noi invece è la loro stessa premessa ad essere sbagliata, ed è per quello che i due litiganti finiscono con l’essere molto più simili di quanto non sembri.

Leggi il resto dell’articolo →

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...