Finanza creativa e derivati: il Comune di Milano

Si dice che italiani e greci siano “una faccia, una razza.” Sicuramente i politici di entrambe le Nazioni hanno un modo molto simile di affrontare i problemi, ovvero cercare di nasconderli e rimandarli il più possibile. Entrambi i Paesi hanno poi un amore sconfinato per la finanza creativa.

Se la Grecia ha cercato di nascondere una parte del proprio debito pubblico affidandosi a un currency swap, i comuni italiani si sono orientati invece verso altri contratti derivati: gli interest rate swap (IRC). Un caso emblematico è quello del Comune di Milano.

Nel 2005 l’Amministrazione Albertini riesce a ristrutturare il suo debito (al 70% a tasso variabile) emettendo un’obbligazione trentennale di tipo bullet (ovvero da rimborsare interamente a scadenza) al tasso fisso del 4,019% annuo. Si tratta di una buona operazione per le finanze del Comune meneghino: la lunga durata accompagnata da un tasso d’interesse non soggetto alle oscillazioni del mercato, consente all’amministrazione comunale di spalmare il rimborso del prestito su tre decadi e programmarne tranquillamente la restituzione. Quando si emettono obbligazioni di tipo bullet, infatti, è obbligatorio aprire contestualmente un piano di ammortamento in modo da accantonare, anno per anno, la somma da rimborsare a scadenza.

La storia potrebbe tranquillamente finire qui. Invece ci ritroviamo, a sette anni di distanza, con un consorzio di banche alla sbarra e una causa per truffa ai danni del Comune di Milano. Ciò che è successo in mezzo è qualcosa ai confini della realtà e, a prima vista, totalmente incomprensibile.

Leggi il resto dell’articolo →

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...