Cose (E)inaudite – Governanti sul Titanic

La maggioranza di centro-sinistra del Comune di Torino deve aver deciso di onorare a suo modo il centesimo anniversario della tragedia del Titanic, caduto in questi giorni: come la proverbiale orchestra, che continuava a suonare imperterrita mentre la barca affondava, anche i governanti del capoluogo piemontese si mostrano completamente indifferenti alla gravità della situazione in cui loro stessi e i loro rossissimi predecessori hanno precipitato la città.

Come rivelato in anteprima dallo Spiffero, la Corte dei Conti ha lanciato l’ennesimo allarme e rivolto le ennesime critiche al malgoverno dei conti torinesi, questa volta concentrandosi sul bilancio 2010. Ma non c’era bisogno di aspettare la Corte dei Conti per sapere che sta crollando tutto, in una delle città più indebitate di uno dei Paesi più indebitati del mondo.

La gravità della situazione richiederebbe, a Torino come a Roma, misure disperate: senza perdere un solo istante, bisognerebbe dire onestamente ai cittadini che abbiamo vissuto al di sopra dei nostri mezzi per troppo tempo, che abbiamo creato un apparato pubblico mostruoso che si è divorato l’economia, e che occorre fare tutti quanti dei sacrifici per salvare il salvabile. E i sacrifici che una politica seria dovrebbe richiedere (oltre a farli in prima persona!) non sono l’ondata mortale di nuove tasse, IMU in testa, con cui si sta dando il colpo di grazia all’economia, ma una rinuncia alla miriade di costosi privilegi di ogni tipo che la politica ha concesso a sé e ad altri nel corso dei decenni, portandoci fino al disastro attuale. Nel contempo, bisognerebbe pensare a vendere tutto il possibile, e ricondurre il parassita statale a dimensioni più tollerabili dalla sua vittima, cioè tutti noi.

Leggi il resto dell’articolo →

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...