The day after world water day

In occasione del World Water Day, il giorno mondiale dell’acqua, sono stati diffusi dati e informazioni da cui emerge che le soluzioni adottate finora non sono compatibili con un buon governo e conservazione della risorsa.

Per tale occasione Legambiente ha pubblicato un rapporto, Ambiente Italia 2012, dove ricorda come il problema non sia la quantità di acqua disponibile, quanto una cattiva gestione, che si manifesta in un utilizzo eccessivo e nell’arretratezza infrastrutturale. Relativamente al primo, il principale utilizzatore è il settore agricolo (almeno 20 miliardi di metri cubi l’anno, valore probabilmente sottostimato), seguito da quello civile, con 152 metri cubi per abitante annuo, molto più di Spagna (127 metri cubi), Regno Unito (113 metri cubi) e Germania (62 metri cubi). Prelievi idrici così elevati, pari a circa il 77% dei metri cubi disponibili, sono anche causa di un peggioramento della qualità delle acque, sia superficiali che sotterranee: non stupisce dunque come l’Istat rilevi che gli italiani risultano ancora molto diffidenti nel bere acqua del rubinetto. È ormai risaputo, inoltre, che nel nostro Paese ulteriori carenze riguardano le infrastrutture per la depurazione delle acque, gli scarichi inquinanti, l’artificializzazione dei corsi d’acqua e le perdite. L’irrigazione è ancora basata su tecniche inefficienti che, se modernizzate, potrebbero invece garantire risparmi del 30% e, rileva ancora l’Istat, nel 2011 il 9,3% delle famiglie ha lamentato irregolarità nell’erogazione dell’acqua. Per migliorare la rete l’investimento necessario stimato è pari a circa 27 miliardi di euro in dieci anni.

Nonostante la disponibilità totale di acqua sia di 2.800 metri cubi per abitante l’anno (in Inghilterra solo 1.300 e in Germania 1.100), il 21% del nostro territorio (percentuale che sale al 41% se si considera solo il Sud) è ancora oggi a rischio di desertificazione.

Leggi il resto dell’articolo →

— Lucia Quaglino

twitter @luciaquaglino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...