Cose (E)inaudite – Panem, aquam et circenses

Proseguiamo la nostra carrellata di spese più o meno pazze delle Circoscrizioni torinesi. Spulciando tra le delibere, si vede che una bella fetta di elargizioni va a beneficio di iniziative educative, in apparenza neutre, ma in realtà ben ideologicamente orientate (che i proponenti se ne rendano conto o no). Ad esempio, i progetti Vivere consumando … con stile, omaggiato di 7500 euro, o Orti e cortili fioriti, ricoperto – par di capire – di 23392,90 euro, di cui ben 3000 alla sol(it)a Slow Food per tenere quattro seminari.

Se uno si azzardasse a dire che è la politica la prima a dover vivere sostenibile, riducendo i propri costi insostenibili, e che l’ambiente è sì una priorità ma è possibile affrontarla in modi diversi da quelli triti e ritriti proposti dai collettori di contributi, passerebbe per un alieno che vuol distruggere il pianeta. Evidentemente, ci va un sacco di tempo per chieder soldi a destra e a manca: non ne deve restar molto per leggere qualcosa di diverso da Latouche e compagni.

Leggi il resto dell’articolo →

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...