Cose (E)inaudite – Sperperare con trasporto

Riccardo de Caria inaugura la sua rubrica su Lo Spiffero con questo articolo di cui vi forniamo un assaggio.

Parliamo un po’ di Gtt, la società al 100% del Comune di Torino, che il 9 maggio scorso si è aggiudicata la gestione per 10 anni del trasporto pubblico locale per… il Comune di Torino. Esatto, il Comune era al contempo arbitro e concorrente: con una mano scriveva il disciplinare di gara, con l’altra presentava l’offerta, con entrambe alleggeriva le tasche dei torinesi (peccato non poter leggere i verbali della commissione di gara, assenti sul sito del Comune). Che uno stesso soggetto possa essere insieme giudice e candidato ha dell’incredibile, eppure nessuna norma lo vieta.

In effetti, a certe condizioni, prima alleggerite dai referendum 2011, e poi invece ristrette dalla legge di stabilità 2012, i Comuni possono fare “in casa”, cioè affidare a se stessi la gestione dei servizi pubblici, senza gara (la cosiddetta gestione “in house“). Per chi scrive, i Comuni non dovrebbero occuparsi direttamente di bus, rubinetti e camion dei rifiuti, ma la legge permette ancora loro di farlo. Tuttavia, se per qualunque ragione ricorrono alla gara, una cosa dovrebbe essere garantita: che sia gara vera! Invece non è così: in quale gara che si rispetti un concorrente può scrivere il bando, confezionarlo su misura del vincitore designato, cioè il più delle volte se stesso, e poi fare anche l’arbitro? Nel bando torinese, i requisiti di partecipazione ricalcano in modo così fedele le caratteristiche di Gtt, che manca solo l’obbligo di avere una sigla di tre lettere, di cui una G e due T!

Leggi il resto dell’articolo

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...